Torna in Puglia il Campus 3S per portare salute, sport e solidarietà

di Redazione
Stampa

Ritorna a Canosa di Puglia il progetto Campus 3S, sostenuto da Fondazione CON IL SUD in collaborazione con Amesci e l’Associazione Sportform

campussalute L’iniziativa, che nella scorsa edizione ha permesso l’erogazione di più di 800 visite, ha lo scopo di diffondere la cultura della prevenzione primaria delle malattie. Nel corso dei tre giorni si svolgeranno dibattiti di carattere sanitario, culturale, educativo e scientifico: ai cittadini sarà data la possibilità di sottoporsi a visite mediche gratuite, partecipare a numerose attività sportive e recepire consigli utili volti al fine di perseguire uno stile di vita sano ed equilibrato.

In Piazza Vittorio Veneto verranno allestiti gli ambulatori della cronicità gestiti da infermieri, oltre ad ambulatori specialistici come Endocrinologia, Cardiologica, Nutrizione, Prevenzione dell’Osteoporosi, Senologia, Pneumologia, Oculistica, Pediatria, Logopedia, Dermatologia, Urologia, Otorinolaringoiatria, Chinesiologia ed Ecografia dei vasi sovraortici (TSA).

L’evento, promosso dalle referenti dell’ambulatorio della cronicità dott.ssa Maria Custode e dott.ssa Rosanna Tucci, è per l’amministrazione comunale e dal sindaco Roberto Morra una grande opportunità per i cittadini. L’iniziativa è sostenuta anche dal direttore Generale Avv. Alessandro Delle Donne e dal Direttore del Distretto n.3 ASL BT (Spinazzola – Minervino Murge – Canosa di Puglia) dott. Domenico Antonelli, e da tutte le associazioni che patrocinano la manifestazione e appoggiano le attività del Campus sul territorio.

A Canosa di Puglia saranno presenti anche gli infermieri dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche della sesta provincia pugliese (OPI BAT): lì presenteranno i loro progetti di promozione alla salute e che quello di far comprendere il ruolo dell’infermiere nell’organizzazione sanitaria verso il cittadino.

L’accettazione per tutti coloro che saranno interessati sarà effettuata nel corso dei tre giorni dalle ore 9.30 alle ore 11.00  e dalle ore 15.00 alle ore 17.00 (esclusivamente nei giorni 11 e 12 per i turni pomeridiani) fino all’esaurimento delle visite massime disponibili.