“Premio cittadino europeo 2016”: vincono 4 italiani

di Redazione
Stampa

Il prossimo 23 settembre si svolgerà, presso la sede degli Archivi storici dell'Unione europea a Villa Salviati, Firenze, la cerimonia nazionale di consegna del “Premio cittadino europeo 2016”.

parlamento europep

Ogni anno il Parlamento europeo assegna il "Premio cittadino europeo", un riconoscimento che intende premiare le attività o azioni intraprese da cittadini, gruppi, associazioni o organizzazioni che si sono distinti per l'impegno nel promuovere una migliore comprensione reciproca e una maggiore integrazione tra le popolazioni degli Stati membri, o nell'agevolare la cooperazione transfrontaliera o transnazionale nell'Unione europea.

Anche quest’anno sono quattro gli italiani che si sono aggiudicati il Premio, tra i 50 provenienti dai Paesi dell'Unione europea. I vincitori dell’edizione 2016 sono: l'Associazione di volontariato Pegaso, nata nel 1998 con l’obiettivo di creare un futuro per le persone con disabilità e per tutte coloro le quali hanno perso i genitori; la Fondazione Archè Onlus, che si occupa di rispondere a situazioni di sofferenza di minori provocate da un grave disagio sociale o dalla malattia; Nawal Soufi italiana di origini marocchine, è impegnata da sempre nelle attività rivolte al sociale; l’Opera per la gioventù “Giorgio La Pira”, impegnata nella formazione umana e cristiana dei giovani, finalizzata a un inserimento responsabile nelle comunità e alla costruzione di una casa comune europea.

La cerimonia di premiazione prevederà due fasi: un riconoscimento celebrato a livello nazionale nel Paese di origine del vincitore e successivamente una cerimonia di premiazione a Bruxelles, con tutti i vincitori nazionali dei Paesi membri dell'Unione europea.

 

(Fonte: Parlamento europeo)