A Cagliari l’Assemblea Nazionale di ItaliaCamp

di Redazione

Giacomo D’Arrigo (Ang): “Appuntamento prezioso per valorizzare il capitale sociale attraverso le giovani generazioni”.

arcipelaghi

Dal prossimo 23 e fino al 25 giugno si terrà a Cagliari l’Assemblea Nazionale dell’Associazione ItaliaCamp, network nazionale presente in 18 regioni italiane con l’obiettivo di promuovere e sostenere progetti e processi di innovazione sociale.

“Arcipelaghi sociali. Conoscenze e reti in movimento” è il titolo dell’Assemblea che ha scelto il Capoluogo sardo per il suo principale appuntamento annuale. Una scelta che va nella direzione di inserire le attività associative all'interno di una settimana significativa per  la Città che, il 21 e 22 giugno, ospiterà il G7 dei Trasporti, vertice incentrato sul tema della sostenibilità applicata alle infrastrutture e ai servizi di mobilità.

La sostenibilità sarà anche al centro dell’Assemblea ItaliaCamp per una riflessione condivisa intorno alla “densità sociale”, concetto che chiama in campo forme di capitale sociale libere ed adattive, in circostanze spesso mutevoli, che richiedono una complessa impresa di ingegneria sociale per essere sostenibili. In un contesto sempre più interconnesso e in movimento la vera sfida consiste nella capacità di mettere a sistema le interdipendenze relazionali in modo da creare le condizioni per poter realizzare un futuro sostenibile e tendere ad una visione comune.

L’Assemblea dell’Associazione ItaliaCamp si aprirà venerdì 23 giugno alle 18:30 con #InnovareCon, un format che lascia spazio a storie di innovazione raccontate da ospiti di eccezione. I lavori entreranno nel vivo sabato 24 giugno, dalle 10:00, presso l'Ex Manifattura Tabacchi (Viale Regina Margherita, 33). Dopo i saluti introduttivi di Maria del Zompo, Rettore dell’Università degli Studi di Cagliari e Antonio De Napoli, Presidente dell’Associazione ItaliaCamp, il sociologo canadese Derrick de Kerckhove terrà il suo inspirational talk. Allievo di Marshall McLuhan è uno dei massimi esperti al mondo di mass media e nuove tecnologie, teorizzatore dell’intelligenza connettiva.

A seguire, gli interventi di Giuseppe Littera, Co-founder Sardex, Massimo Deiana, Assessore dei Trasporti della Regione Autonoma Sardegna, Francesca Ghirra, Assessore alla Pianificazione strategica e Urbanistica del Comune di Cagliari, Giacomo D’Arrigo, Direttore dell’Agenzia Nazionale Giovani, Riccardo Masetti, Presidente Susan G. Komen Italia e Direttore Centro Integrato di Senologia, Università Cattolica - Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli, Paolo Paroni, Presidente Rete Iter.
Nel pomeriggio ci si dividerà in sei working group su: Economia Circolare. Riduci, Riutilizza, Ricicla; Educazione. Conoscenze a sistema; Open Connection. Connettere i territori; Artigianato 4.0. Protagonisti del cambiamento; Convivenze culturali. Nuove forme di cittadinanza; Salute e Benessere. More than Pink (in collaborazione con Susan G. Komen Italia).

“Gli assetti urbani e sociali di oggi – sostiene Antonio De Napoli, Presidente dell’Associazione ItaliaCamp – sono caratterizzati da relazioni ‘liquide’, dalla continua circolazione di idee, dalla combinazione di energie creative e quanto più si è in grado di alimentare un processo sinergico di co-produzione delle conoscenze, delle innovazioni, dei beni e dei servizi tanto più è possibile generare un valore sociale, economico, occupazionale”.

"Nel momento in cui l'Europa sembra smarrire se stessa e in cui tanti giovani - italiani e continentali - sembrano non trovare la strada della loro vita, appuntamenti come questo diventano preziosi e fondamentali perché l'unico capitale che non si potrà mai deprezzare sarà proprio quello umano e sociale - dichiara Giacomo D'Arrigo, direttore Agenzia Nazionale per i giovani. “L'Assemblea di ItaliaCamp rappresenta quindi per l'Agenzia un'ulteriore opportunità per rafforzare i nostri messaggi e consolidare il nostro rapporto con il territorio dando alle nuove generazioni sempre più occasioni per mettere a sistema le loro competenze, le loro soft skill, le loro capacità umane, le loro idee e la loro creatività. Un lavoro che l'Agenzia porta avanti anche e soprattutto grazie al Programma Erasmus+. Oltre le formule economiche, oltre le misure imposte, oltre le procedure: puntare sul capitale umano e sulla capacità di mettere a sistema conoscenze e competenze, quali strumenti e leva per nuove politiche pubbliche rivolte alle nuove generazioni."