Giornata mondiale della salute, Forum Terzo Settore: “Serve garantire copertura sanitaria per tutti. Italia ancora indietro”

di Redazione
Stampa

Oltre 90mila organizzazioni di Terzo settore impegnate nella promozione del benessere

giornatamondialedellasalute

“La strada per una copertura sanitaria per tutti e dovunque, nonostante i progressi fatti in tutto il mondo e anche in Italia, è ancora in salita: la Giornata mondiale della salute deve servire a prendere coscienza che è necessario operare con urgenza e convinzione per raggiungere questo ambizioso ma necessario traguardo” ha dichiarato Vincenzo Saturni, coordinatore della Consulta Salute e Anziani del Forum Terzo Settore, in occasione della Giornata mondiale istituita dall’OMS.

“Garantire i servizi sanitari a tutti è un presupposto imprescindibile per una società civile e democratica. E’ grave e sconfortante sapere che, nell’ultimo anno, nel nostro Paese il 22% delle persone ha dovuto rinunciare a curarsi per motivi economici, e che in 320mila hanno dovuto spostarsi dal Sud al Nord per farlo”.

“Sostenere la promozione della salute, del benessere e della qualità della vita per tutti significa rimettere al centro la lotta alle diseguaglianze e la centralità dei diritti, all’interno di un’ottica, più ampia, di sviluppo sostenibile”, continua Saturni.

“E’ questa la direzione del lavoro delle organizzazioni di Terzo settore e della Consulta Salute e Anziani del Forum Terzo Settore, attivata recentemente. Come rilevato nel report ‘Il Terzo settore e gli obiettivi di sviluppo sostenibile’, infatti, oltre 90.000 organizzazioni (enti di primo livello), quasi 3 milioni di volontari e 436.000 lavoratori sono impegnati nel perseguimento dell’SDG 3 (Salute e Benessere) dell’Agenda 2030 dell’Onu. Tra gli enti aderenti al Forum, ben l’82% è attivo su questo obiettivo”.

(Foto: Forumterzosettore.it)