#ProtagonismoGiovanile

Dall'America la storia di Conchita Picciotto che vive davanti alla Casa Bianca per protestare

Una battaglia lunga trent’anni contro il nucleare e la guerra. Conchita, cittadina del mondo, è diventata il simbolo di questa protesta (di Andrea Pellegrino)

conchita_2.jpgCinque diversi presidenti, repubblicani e democratici, si sono succeduti dal 1981 al civico 1600 di Pennsylvania Avenue, dove ha sede la Casa Bianca. Il mondo è cambiato ma una cosa è rimasta sempre uguale e questa è Concepcion Martin Picciotto, una esile donna spagnola sulla sessantina che da quasi trent’anni conduce una protesta difficile e solitaria contro la principale potenza mondiale, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla questione del disarmo nucleare. Una tenda, qualche straccio, una bottiglia d’acqua e qualche nocciolina da dare agli scoiattoli che sono i suoi alleati più fidati ed affezionati. Col sole, col vento, con la pioggia o la neve, d’estate e d’inverno, Conchita è sempre lì a portare avanti la sua battaglia cominciata nel lontano 1981.

#Opportunità

Torino 2010 European Youth Capital. Nasce la "Pyou Card"

Riservata ad oltre 600.000 giovani piemontesi tra i 15 e i 29 anni, la Pyou Card consente l’accesso gratuito e agevolato alla cultura, allo sport e alle forme di intrattenimento (di Ivana Vacca)

giovani.jpgMusica, cinema, editoria, arte, viaggi, informatica, sport, teatri, concerti, spazi culturali, biblioteche, sale prova e registrazione: solo una parte dell’ampio e variegato sistema di offerta messo a disposizione per i giovani che risiedono nella Regione Piemonte e godibile, con sconti e agevolazioni, attraverso l’uso della Pyou Card. L’iniziativa è stata presentata presso il Politecnico di Torino lo scorso 6 marzo da Mercedes Bresso, presidente della Regione Piemonte, insieme al Rettore del Politecnico, Francesco Profumo, e alle altre Istituzioni ed Associazioni coinvolte.

#Opportunità

Campus Orienta: Amesci al Salone dello Studente. Il futuro è in "Dubbio"

A Milano per la maratona di tre giorni tra opportunità, orientamento agli studi e post-laurea. Tra gli esperti, a Radio105, Luca Borriello, direttamente dal Dipartimento Creatività Giovanili di AMESCI. Prossime tappe tra Roma e Reggio Calabria (di Angelo Di Pietro)

campus_orienta.jpgDiciamo la verità: quando Silvio sbandiera la fine della crisi, non è del tutto convincente. Sarà anche colpa dei soliti pessimisti, fatto sta che il dubbio rimane. Futuro in penobra, dunque. E proprio in barba alle visioni più apocalittiche che Milano si inventa la tre giorni di “Campus Orienta – Il Salone dello Studente”. L’evento ha preso il via mercoledì mattina, 10 marzo, nei locali milanesi del Superstudio Più. Personaggi dello spettacolo e del mondo del lavoro incontrano i giovani studenti: workshop, colloqui, stand, per orientarsi nel percorso degli studi e tra le scelte post-laurea.

#ProtagonismoGiovanile

12 Marzo 2010: venerdì nero d'Italia

Banche ma non solo. Lo stato d'agitazione raggiunge i due terzi dei lavoratori (di Claudia Francesca Gorgoglione)

cgil.jpgPromettono cifre esorbitanti gli organizzatori dello Sciopero Generale della CGIL previsto per questa mattina che protesteranno per “Lavoro, Fisco e Cittadinanza”. Gravi sono le accuse rivolte al governo: cancellazione dell' articolo 18 e destrutturazione dei Contratti Nazionali. Molti la chiamano l'Antiriforma del diritto del lavoro. Dal pubblico al privato tra gli assenti gli addetti delle pulizie negli edifici pubblici (scuole, ospedali, caserme ecc) aderenti alla Cgil, lavoratori delle banche e farmacie.

#Cultura

Bologna. La campagna "Vuoi il mio posto? Prendi il mio handicap!" diventa convegno

Sabato 13 marzo presso il circolo Mazzini il convegno/dibattito sulle discriminazioni verso i disabili punta sulla mobilità agevole (di Ivana Vacca)

posto_auto_disabili._ivana.jpgStorie di ordinaria quotidianità: essere spettatori o fautori di parcheggi su posti riservati ai diversamente abili, con tanto di tesserino contraffatto o posseduto indebitamente, è ormai prassi tra le strade delle maggiori città italiane. Contro il diffuso mal costume si oppose con vigore, qualche anno fa, un gruppo di volontari attraverso la campagna di sensibilizzazione sociale "Vuoi il mio posto? Prendi il mio handicap!".

#Cultura

Teatro. A Roma la Mazzamauro in "Diario di un pazzo (che amava Shakespeare)"

Martedì 9 marzo 2010 presso il teatro Ghione di Roma è andato in scena Diario di un pazzo (che amava Shakespeare) di Anna Mazzamauro da Nikolaj Gogol regia di Livio Galassi (di Veronica Centamore)

mazzamauro70.jpgDiario di un pazzo di Gogol rappresenta la discesa nella follia del mite impiegatuccio, preda di un sogno di grandezza che andrà in frantumi al risveglio nella triste realtà. Un parallelo profetico con la vita stessa di Gogol, che da scrittore volle farsi riformatore religioso sprofondando nella follia mistica. La Mazzamauro, con la sua interpretazione al teatro Ghione di Roma, ne coglie l'essenza. Si apre il sipario e davanti allo spettatore appare una Mazzamauro diversa da quella televisiva alla quale siamo abituati.

#Cultura

L'Oscar è donna con Kathryn Bigelow

Con il suo “The Hurt Locker” ha soffiato le statuette più ambite al favoritissimo "Avatar". Battendo l’ex marito… (di Marco Di Maro)

kathryn_bigelow.jpgL’8 Marzo 2010 si è svolta a Los Angeles l’edizione numero 82 degli Academy Awards. Un’edizione particolare che assegna per la prima volta nella storia del cinema l’agognato premio Oscar come miglior regista ad una donna, la raggiante Kathryn Bigelow, 58 anni portati splendidamente. Già regista di successi come “Point Break” (1991) e “Strage Days” (1995) la Bigelow porta a casa ben 6 statuette con un piccolo film, “The Hurt Locker”, miglior film, regia, sceneggiatura, montaggio, suono e montaggio sonoro.

#ProtagonismoGiovanile

Presentata a Bruxelles la "Carta delle donne"

La Commissione europea presenta il documento attraverso cui dichiara di voler rafforzare il suo impegno a favore della parità fra uomini e donne entro i prossimi cinque anni (di Flavia Miccio)

ue2_big.jpgE’ stata resa pubblica in questi giorni a Bruxelles la “Carta delle donne”, un documento politico che impegna l'esecutivo comunitario a integrare il concetto di parità in tutte le future politiche e ad adottare misure specifiche per promuovere le pari opportunità. La Commissione europea ed il suo Presidente Josè Manuel Barroso hanno sottolineato che questa Carta rappresenta l'impegno della Commissione per rendere la parità tra uomini e donne una realtà nell'Ue, soprattutto in questi tempi di crisi, in cui occorre integrare la prospettiva di genere in tutte le nostre politiche, a beneficio sia delle donne sia degli uomini.

#ProtagonismoGiovanile

Roma.3000 studenti in piazza per la pillola del giorno dopo: "Sessualità libera e responsabile"

Sull' aborto venti anni di polemiche: dall’obiezione di coscienza alle pressioni ecclesiastiche ad oggi. Sit-in sul Trastevere per liberare la pillola dalla prescrizione medica: “Diritto dei cittadini a conoscere”. Dura la replica del Ministro della Salute: “Può dare gravissime complicanze” (di Angelo di Pietro)

_4minipillola-abortiva-ru486-vaticano.jpgUno dei temi che più spesso fa capolino nei vari angoli di discussione mediatica è l’educazione sessuale. Il tempo passa, la società evolve e “le api e i fiori” sono ancora la metafora preferita dagli educatori. Proprio per rompere questo tabù, l’8 marzo, con un sit in di tre ore sul Lungotevere romano, i Radicali Italiani e gli studenti dell’Associazione Luca Coscioni, hanno manifestato e consegnato 3000 firme al Ministro della Salute per liberare dalla ricetta medica la pillola del giorno dopo.

#ProtagonismoGiovanile

Stalking e "femminicidio": in Italia la situazione è allarmante

Napoli: molestava una 17enne, il fratello di lei lo accoltella. La notizia è di ieri, l’ultima di una lunga interminabile serie (di Monica Scotti)

manette.jpgTelefonate, appostamenti, molestie continue all’ex fidanzata/o. Si chiama stalking e in Italia è un reato perseguibile dalla legge dallo scorso febbraio (fino a 4 anni di reclusione per i persecutori e l’ergastolo se le minacce si concretizzano e la vittima muore). Ma è possibile, in qualche caso, che i ruoli si invertano e il “cacciatore” diventi “preda”? Sembrerebbe di si. E’ successo l’8 marzo a Ponticelli, periferia orientale di Napoli. (foto giornalelibero.com)