Riapre il Teatrino di Corte al San Carlo

di Ivana Vacca
Stampa

Napoli. Dopo dieci anni di restauro, il Teatrino di Corte del Palazzo Reale riapre al pubblico con un nuovo calendario di incontri e spettacoli di musica e danza. (Ivana Vacca)

san_carlo_teatrino_corte

Si inaugura la stagione del settecentesco Teatrino di Corte, dopo ben dieci anni di restauri. Allo storico Teatro San Carlo e al Museo MEMUS, inaugurato lo scorso ottobre, custode dell’archivio e della memoria storica del Massimo napoletano, si aggiunge un nuovo importante spazio, anch’esso inserito nel polo museale di Palazzo Reale.

Il teatrino fu voluto da Ferdinando IV di Borbone e realizzato dall'architetto Francesco Fuga nel 1768. Conservatosi, dopo alcuni interventi ottocenteschi, fino al Novecento, ha poi subito gravi danni provocati da bombardamenti alleati durante il secondo conflitto mondiale. Un definitivo depauperamento nelle strutture e nella sue stesse funzioni fu poi arrecato dal Governo Militare Alleato che durante l’occupazione lo trasformò impropriamente in sala cinematografica.

I lavori di restauro, da poco conclusi, sono intervenuti sul complesso apparato decorativo, il quale, stratificatosi nel tempo, aveva subito gli ultimi interventi nel  restauro post bellico. Si è operato lungo tutto il suo perimetro, sullo spazio scenico e sulla platea, sugli stucchi, le dorature, i dipinti a tecnica mista e le statue di cartapesta. Attenzione particolare è stata data alla scenotecnica per le funzioni più strettamente collegate all’attività teatrale.

"Restituiamo alla città uno dei luoghi più belli - spiega Luigi de Magistris sindaco di Napoli e neo-presidente della Fondazione Teatro San Carlo - che, come tutte le eccellenze napoletane, dovrà essere aperto. Tutti i luoghi devono essere aperti per essere conosciuti non solo dai turisti, ma anche dagli stessi cittadini".

E è proprio alla città che il Teatrino di Corte intende aprirsi, attraverso un fitto e variegato calendario di eventi. In programma dal 20 al 29 Gennaio c’è il Corpo di Ballo del Teatro San Carlo con “L'Amore e il Disamore", un dittico di danza con "Without Words", coreografato da Nacho Duato, e "Francesca da Rimini", a cura di Alessandra Panzavolta. Martedì 24 Gennaio alle 18:00, è protagonista l'amore nell'arte occidentale, nell’incontro educational, gratuito su prenotazione, con “Flavio Caroli racconta l’amore al San Carlo”. Tra i prossimi appuntamenti c’è l'Orchestra del Teatro di San Carlo con l’opera buffa "Don Trastullo”, dal 2 all'11 Marzo, e "Il Maestro di Cappella” di Domenico Cimarosa / ”La Furba e lo Sciocco" di Domenico Sarno, dal 4 al 13 Maggio. Previsti anche altri spettacoli della sezione Educational fino 12 maggio.

Guarda il video sul restauro del Teatro di Corte del Palazzo Reale di Napoli a cura di Patrizia di Maggio e Andrea De Cunzo.